Tempo per sentirsi in lutto

I bambini spesso rivisitano l’esperienza della “morte” della persona cara in famiglia o a scuola. Questo permette loro di riesaminare le emozioni e la loro idea riguardo alla perdita vissuta man, mano che evolvono attraverso i vari passaggi del loro sviluppo fisico, emotivo e spirituale. Rifugiarsi nel gioco può essere un meccanismo difensivo, che permette al bambino di distogliere temporaneamente l’attenzione dal dolore. Al contempo il gioco può fornire anche degli strumenti di dialogo attivo col bambino, per stimolarlo a far emergere come si sente profondamente.

I piccoli hanno bisogno di tempo per maturare la perdita e necessitano di spiegazioni chiare sulla morte, con un linguaggio appropriato per la loro età e capacità di comprensione. E’ molto importante parlare della morte utilizzando le giuste parole ed evitando metafore, come ad esempio “la nonna è volata in cielo”. E’ preziosissimo dire la verità fin da subito, in modo da evitare confusione e, viceversa, da permettere al bambino di prendere tutto il tempo che serve per adattarsi alla nuova situazione.